I Servizi per Gli Associati

Alcune delle cose che cerchiamo di offrire

Informazioni

Informazioni

Presso la segreteria consulenza per la Cannabis e possibile uso

Contattaci

Consulenza Medica

Consulenza Medica

I nostri medici sono a disposizione per visite e consulenze. Telefonate per fissare un appuntamento.

Contattaci

Prescrizione Cannabis Terapeutica

Prescrizione Cannabis Terapeutica

I nostri medici potranno prescrivere la Cannabis Terapeutica da ritirare in Farmacia.

Contattaci

Rinnovo

Rinnovo

Contattateci per avere il rinnovo delle Vs. ricette.

Contattaci

Liberalizzazione controllata di cannabis in Germania, adesso c’è l’ok del Bundestag

Rassegna Stampa: del 23 febbraio 2024 – ZUMAPRESS.com / AGF

Fonte: https://www.agi.it/estero/news/2024-02-23/legalizzazione-parziale-cannabis-in-germania-via-libera-del-bundestag-25425562/

Il possesso e la coltivazione della droga dovrebbero diventare legali per gli adulti soggetti a requisiti, a partire dal 1° aprile, anche se per l’effettiva attuazione della norma serve il voto del Consiglio Federale Tedesco, previsto il 22 marzo

AGI – Il Bundestag tedesco ha deciso l’immissione controllata di cannabis in Germania. Il possesso e la coltivazione della droga dovrebbero diventare legali per gli adulti soggetti a requisiti a partire dal primo aprile, secondo una legge appena approvata a maggioranza dalla coalizione del semaforo.

Meno di un anno fa, nel luglio 2023, il ministro della Sanità tedesco Karl Lauterbach aveva proposto una legge per la riforma del settore della cannabis volta a legalizzare, il possesso e la coltivazione per uso personale, oltre alla vendita tramite club autorizzati. Così lo Stato tedesco vuole consentire agli adulti di possedere e coltivare legalmente fino a tre piante di cannabis per uso personale. Oggi il parlamento federale tedesco, ha approvato la legge con l’obiettivo di decriminalizzare l’uso della cannabis a partire dal prossimo aprile. Per l’effettiva attuazione della norma, rimane – in calendario per il 22 marzo – il voto del Consiglio Federale Tedesco, il Bundesrat, ma alla luce dei numeri riscossi presso il Parlamento, questa decisione non sembra poter cambiare le sorti della legge che porterà così alla legalizzazione della coltivazione domestica già dal 1 aprile 2024. Dopo Lussemburgo e Malta, la Germania è il primo grande Stato europeo ad avviare un processo di legalizzazione volto a favorire un vero controllo nei confronti di questa sostanza, evitando così ai consumatori di doversi rivolgere al mercato nero privo di alcun controllo.

ADV

Il testo è stato oggetto di dissensi all’interno del governo tripartito: la resistenza è apparsa fra i socialdemocratici (SPD, il partito del cancelliere), mentre i Verdi e i liberali dell’FDP si sono mostrati piuttosto favorevoli. La riforma è stata anche ampiamente criticata, in particolare dalle associazioni mediche e dalla magistratura. I tedeschi sembrano piuttosto divisi sulla questione: secondo un sondaggio di YouGov pubblicato oggi, il 47% degli intervistati era favorevole alla legalizzazione e il 42% contrario. Secondo il governo, la riforma dovrebbe consentire di combattere più efficacemente il mercato nero, un punto contestato dall’opposizione conservatrice, dai sindacati di polizia e da alcuni parlamentari della SPD. La nuova legge conferisce alla Germania uno dei sistemi legali più liberali d’Europa, seguendo le orme di Malta e Lussemburgo, che hanno legalizzato la cannabis a scopo ricreativo rispettivamente nel 2021 e nel 2023. Il possesso e il consumo di questa droga rimarranno formalmente vietati ai giovani di età inferiore ai 18 anni.

E se in Germania il Bundestag ha detto sì alla legalizzazione della cannabis, in Italia il cartello di associazioni ‘Meglio Legale’, Luca Coscioni, Aduc, Volt e un’altra trentina di enti, ha lanciato ‘Io Coltivo’, una raccolta firme per una proposta di legge di iniziativa popolare che consenta la coltivazione domestica anche nel nostro Paese. “Siamo vicini alla fine di un’era – ha spiegato in una nota Antonella Soldo, coordinatrice dell’associazione Meglio Legale -, un grande Paese europeo sceglie di percorrere la via della regolamentazione e questo è un evento che avrà conseguenze nel resto d’Europa. Le inutili e dannose politiche repressive perdono terreno, sta al nostro Paese decidere se prenderne atto o rimanere il fanalino di coda. In Italia fumare cannabis non è un reato, ma coltivarla per uso personale è punibile con il carcere fino a 6 anni: la proposta “Io Coltivo” vuole correggere uno dei più grandi paradossi sulle leggi sulle droghe in questo Paese”.

Cannabis legale in Germania, una foglia di marijuana proiettata sulla facciata di Montecitorio

Rassegna Stampa: 23 FEBBRAIO 2024 ALLE Fonte: https://www.repubblica.it/cronaca/2024/02/23/news/foglia_marijuana_proiettata_montecitorio-422195398/?ref=RHVS-BG-P1-S7-T1

L’azione è stata compiuta dall’associazione Meglio Legale, impegnata nell’attività di sensibilizzazione per la legalizzazione nel nostro Paese

Una foglia di marijuana è stata proiettata sulla facciata di Montecitorio. L’azione è stata compiuta dall’associazione Meglio Legale, impegnata nell’attività di sensibilizzazione per la legalizzazione della cannabis in Italia. Motivo della proiezione è stata la legge passata oggi in Germania che prevede la legalizzazione dell’uso personale e della coltivazione della cannabis. Attraverso la campagna Io Coltivo, Meglio Legale si è fatta promotrice, insieme a diverse realtà politiche e della civiltà civile, di una raccolta firme per una proposta di legge simile anche nel nostro paese. Presenti sotto Montecitorio, oltre alla coordinatrice di Meglio Legale Antonella Soldo, anche l’onorevole Riccardo Magi di +Europa, e alcuni rappresentanti dell’associazione Luca Coscioni.

“Questa sera abbiamo proiettato insieme a Meglio Legale una foglia di Marijuana sulla facciata di Palazzo Montecitorio: dopo che oggi la Germania ha la legalizzato la cannabis, in Italia si sceglie di favorire la mafia invece che la legalità e la sicurezza. La Germania dimostra che legalizzare la cannabis è possibile. Facciamolo: basta votare le nostre proposte di legge già depositate che vanno proprio nella direzione indicata da Berlino, e c’è la possibilità di firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare Io Coltivo”, afferma il segretario di +Europa, Riccardo Magi, pubblicando le immagini della foglia di Marijuana proiettate sulla facciata di Montecitorio.

La Germania dà il via libera alla cannabis legale: “Taglierà le gambe allo spaccio”

Rassegna stampa: corrispondente Tonia Mastrobuoni 23 FEBBRAIO 2024

Fonte: https://www.repubblica.it/esteri/2024/02/23/news/germania_cannabis_legale-422194733/#:~:text=La%20Germania%20%C3%A8%20il%20primo,a%20Malta%20e%20in%20Lussemburgo.

Il governo Scholz mantiene la promessa. Dal 1 aprile il consumo sarà legale, ma con delle limitazioni per i minorenni e anche per gli adulti. Paletti anche per il possesso e la coltivazione


BERLINO 
– I circa sette milioni di tedeschi – quasi un decimo della popolazione – che secondo il ministro della Salute Karl Lauterbach consumano abitualmente la cannabis tireranno un sospiro di sollievo. D’ora in poi non dovranno più cercarsi uno spacciatore: in Germania, dal primo aprile, la cannabis “a uso ricreativo” sarà legale.

Dopo mesi di tormentate discussioni nella maggioranza semaforo – una parte della Spd è stata al lungo contraria – il Bundestag ha approvato una parziale depenalizzazione della cannabis con 407 voti a favore e 226 contrari. Oltre alla maggioranza semaforo hanno votato a favore alcuni parlamentari della Linke e del partito di Sahra Wagenknecht. Ma rispetto alle promesse del contratto di coalizione, la riforma contiene qualche pesante paletto in più.


Nei giorni scorsi Lauterbach si è detto comunque soddisfatto. La legalizzazione della cannabis, ha spiegato, ne aumenterà la qualità e taglierà le gambe allo spaccio illegale. L’ultimo passaggio, in teoria solo formale, sarà la prossima settimana il via libera della Camera alta, il Bundesrat. Ma la Cdu, contraria alla legge, potrebbe tentare di ritardarne i tempi.

Anzitutto sarà consentito solamente agli adulti coltivare e possederla: per i minorenni continuerà a essere vietata. Anche per i 18-21enni continueranno a valere dei limiti: potranno possedere al massimo 30 grammi e con un valore THC del 10%. Agli adulti sarà invece consentito possederne o coltivarne fino a 50 grammi oppure tre piante. Gli eccessi dovranno essere distrutti, secondo la legge. Nei luoghi pubblici sarà consentito possederne soltanto la metà, 25 grammi. E non potrà essere comprata e venduta individualmente o liberamente: sarà reperibile soltanto attraverso i “cannabis club” autorizzati.


Anche il consumo sarà limitato: in presenza di minorenni sarà tassativamente vietato, così come nel raggio di cento metri di parchi giochi per bambini, scuole o asili o zone ricreative per gli under 18. Nelle zone pedonali sarà proibito consumare cannabis tra le sette di mattina e le otto di sera. E resterà del tutto vietata nelle caserme.

La Germania è il primo grande Paese europeo a legalizzare la cannabis, che è stata già autorizzata per uso personale nei Paesi Bassi, a Malta e in Lussemburgo.